Oggi Quinto Gusto ricorda ai suoi amici che l’Uovo di Pasqua, che rappresenta la Pasqua nel mondo, intero, dipinto, intagliato, di cioccolato, di terracotta e di carta pesta, non è solo un dono presente sulle nostre tavole pasquali ma racchiude un significato profondo, che è bene ogni tanto ricordare.

Le uova come simbolo paquale hanno origini molto antiche, legate soprattutto alla primavera, stagione feconda.

Secondo alcune credenze pagane e mitologiche del passato, il cielo e il pianeta erano considerati due emisferi che andavano a creare un unico uovo, mentre gli Egizi consideravano l’uovo come il fulcro dei quattro elementi dell’universo, acqua, aria, terra e fuoco. L’uovo rappresenta quindi la ripetizione della nascita del Cosmo.

Il Cattolicesimo riprese le tradizioni che vedevano nell’uovo un simbolo della vita. L’uovo infatti somiglia a un sasso e appare privo di vita, così come il sepolcro di pietra nel quale era stato sepolto Gesù. Dentro l’uovo c’è però una nuova vita pronta a sbocciare da ciò che sembrava morto. In questo modo, l’uovo diventa quindi un simbolo di risurrezione.

Uova decorate – Lo scambio di uova decorate si sviluppò, nel Medioevo come regalo alla servitù. L’uovo decorato, da simbolo della rinascita primaverile della natura, divenne con il Cristianesimo il simbolo della rinascita dell’uomo in Cristo. Vi è la leggenda secondo cui dopo che Maria Maddalena aveva trovato il sepolcro di Gesù vuoto, corse dai discepoli e annunciò la straordinaria notizia. Pietro, incredulo, disse: “Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse.” E subito le uova si colorarono di un rosso intenso! Ogni cultura ha sviluppato un proprio modo di decorare le uova.

L’uovo come regalo pasquale sorse probabilmente in Germania, dove si diffuse la tradizione di donare semplici uova in occasione di questa festività.

Caccia alle uova – In alcuni paesi, come la Gran Bretagna, ogni anno a Pasqua i bambini vanno a cercare in giardino, fra l’erba e i cespugli, le uova che il dispettoso coniglietto pasquale ha colorato e poi nascosto. In alcune regioni della Francia si nascondono le uova colorate nei giardini e si racconta ai bambini che sono state lasciate dalle campane che la notte del Venerdì Santo hanno volato fino a Roma per prenderle ed è per questo che nessuno le sente suonare durante la notte della Passione.

Di buon auspicio – Nei Paesi Scandinavi è tradizione anche fare dei giochi con le uova sode: farle rotolare le uova da un dosso senza romperne il guscio, oppure tenere un uovo lesso in mano e cercare di rompere quello tenuto dall’avversario.

Buona Pasqua a tutti Voi e buon ritorno alla Vita.

 

Scrivi